Tour in Birmania del 10 agosto 2015

Tour in Birmania di Gruppo da 12 giorni, 9 notti. La Birmania (o Myanmar) è un paese bellissimo, abitato da una popolazione meravigliosa. Un paese che lascerà un segno indelebile nella vostra memoria. Partenza di gruppo, guida in italiano e pensione completa.

ITINERARIO SCHEMATICO

operativo aereo (con Turkish airlines):
TG 945 10AUG ROMA – BANGKOK 13.55 #05.35
TG 303 11AUG BANGKOK – YANGON 07.55 08.50
TG 306 20AUG YANGON – BANGKOK 19.45 21.40
TG 944 21AUG BANGKOK – ROMA 00.20 06.50

10AGO: ROMA (in volo) BANGKOK
11AGO: BANGKOK, YANGON
12AGO: YANGON, KYAIKTHYIO
13AGO: KAYIKTHYIO, BAGO, YANGON
14AGO: YANGON, BAGAN
15AGO: BAGAN, MANDALAY
16AGO: MANDALAY, MINGUN, MANDALAY
17AGO: MANDALAY (in volo)  HEHO, LAGO INLE
18AGO: LAGO INLE
19AGO: LAGO INLE, KALAW, PINDAYA
20AGO: PINDAYA, HEHO (in volo) YANGON (in volo) ROMA
21AGO: ROMA

1

viaggio in Birmania


 

Prezzi per persona (minimo 10 persone)

in Doppia: 2840 Euro
tasse aeroportuali 440 € circa
supplemento singola: 540 Euro

DA CONSIDERARE ANCHE:
Quota istruzione pratica: 20 Euro
Assicurazione med/bag/annull: 30 Euro
Visto per la Birmania € 40

La quota include: voli di linea in classe economica da Roma. 9 notti di pernottamento negli alberghi previsti. pensione completa bevande escluse come da programma. Le visite specificate nel PROGRAMMA DI VIAGGIO con guida in italiano

Non include: le bevande ai pasti, le mance per la guida e l’autista.

Alberghi previsti:
Yangon – Sedona, Kyaikthyio – Mountain Top, Bagan – Myanmar Treasure, Mandalay – Shwe Hti o similare, Lago Inle – Myanmar Treasure, Pindaya – Inle Inn

viaggio in Birmania

NOTIZIE UTILI

DOCUMENTI E VISTI: È necessario il passaporto con validità non inferiore ai 6 mesi e con almeno due pagine libere. Il visto consolare è obbligatorio e viene rilasciato tramite l’Ambasciata di Roma. Il costo per la preparazione della documentazione e l’ottenimento del visto costa € 60, è necessario presentare 3 foto tessera. In caso di arrivo via terra da altri paesi del sud est asiatico, è necessario il visto consolare rilasciato dall’Ambasciata di Roma. Si devono fornire al nostro ufficio due fotografie, il passaporto e un modulo compilato almeno tre settimane prima della partenza. Importantissimo: per i giornalisti occorre un visto speciale.

Viaggi all’ estero di minori: La normativa sui viaggi all’ estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria questura e il proprio agente di viaggi; per i figli minori di genitori che viaggiano separatamente o separati legalmente o divorziati,si consiglia di contattare le autorità competenti per la verifica della documentazione specifica richiesta. Dal 26.06.2012 tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all’ estero soltanto con un documento di viaggio individuale. Ne consegue che da quella data non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

SANITÀ: Non è obbligatoria alcuna vaccinazione. Consigliata quella antitifica e la profilassi antimalarica.

LINGUA: La lingua del paese è il birmano che ha una sua scrittura ed un suo alfabeto. L’inglese è la lingua straniera più diffusa

FUSO ORARIO: +5 ore e 30 minuti rispetto all’ Italia (+4 ore e 30 minuti quando è in vigore l’ora legale).

CLIMA E ABBIGLIAMENTO: Il clima può essere suddiviso in tre stagioni: l’estate (da giugno ad ottobre), con clima caldo e umido, caratterizzata da piogge monsoniche, l’inverno (da novembre a marzo), con clima fresco e secco, che rappresenta il periodo migliore per visitare il paese, la primavera (da aprile a giugno) con un caldo notevole che può raggiungere anche i 40° gradi nella zona di Yangon e Bagan.

Moneta e regole valutarie: La moneta locale si chiama kyat (si pronuncia ciat) il cui cambio è in continuo mutamento. Consigliamo di portare contanti in dollari americani, possibilmente di vario taglio, che vengono accettati ovunque. Consigliamo inoltre di limitare al minimo il cambio in kyat in quanto è impossibile riconvertirli in dollari americani alla partenza.
Carte di credito: sono accettate in hotel di lusso e presso gli ATM che si trovano in città. Dalle postazioni ATM si può ritirare cash con le seguenti carte di credito, Visa, Mastercard, Cirrus e Maestro.

TASSE D’IMBARCO: In uscita dal paese non sono più richieste.

ASSISTENZA LOCALE: L’assistenza è prestata dal nostro corrispondente locale che dispone di personale parlante italiano.

SHOPPING: La Birmania è famosa per le pietre preziose, per l’argento e per gli oggetti di legno laccato. È proibito esportare qualsiasi antichità. Al momento della partenza da Yangon bisognerà consegnare all’ufficiale doganale il certificato d’esportazione per gioielli, pietre preziose e argenterie acquistate in loco, così come la dichiarazione doganale fatta all’arrivo per valuta e gioielli portati dall’Italia.

ISTRUZIONI PER L’USO: Un viaggio in Birmania presenta un aspetto culturale ed archeologico al quale si affianca la possibilità di conoscere diverse etnie. Oltre a visitare i siti archeologici, si dà ampio spazio a templi, pagode e monasteri. Un altro aspetto importante che colpisce il visitatore occidentale è il popolo, che nonostante veda negata da anni la sua libertà, continua ad amare la vita e la sua terra. Ricordiamo che la Birmania è l’unica nazione dell’Indocina in cui governi ancora una giunta militare. È importante che il visitatore straniero rispetti le regole comportamentali locali. Vi sono ancora zone del paese che non possono essere visitate dagli stranieri, per decisione del Governo o perché non ancora collegate da strade o aeroporti. Sono disponibili guide parlanti sia inglese che italiano. La cucina presenta essenzialmente piatti orientali. Negli hotel di categoria superiore a Yangon e Mandalay vi è l’opportunità di scegliere alcuni piatti di cucina occidentale, più limitata la scelta al Lago Inle e Bagan. Durante il periodo estivo, la stagione dei monsoni porta in Birmania abbondanti piogge. In tali mesi alcune zone sono sconsigliate al visitatore (Bago, Golden Rock, Sandoway). Un viaggio in Myanmar è abbastanza impegnativo e richiede un minimo di spirito di adattamento. Un tour in questo Paese implica infatti diversi spostamenti sia via terra che in aereo.

viaggio in Birmania

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *