Nepal: Patan, arte, cultura ed escursioni nella valle di Kathmandu

Il nome ufficiale della città è ” Lalitpur ” (Città della Bellezza). Patan è la terza città per grandezza del Nepal, con oltre 200.000 abitanti. L’economia di Patan è basata prevalentemente sul commercio, il turismo, la produzione di arte, artigianato e agricoltura.

L’approvvigionamento idrico dalla Valle di Kathmandu è insufficiente e di cattiva qualità. Quindi si consiglia ai viaggiatori di non bere dai rubinetti o dalle fontane, a meno che non si tratti l’acqua con agenti per renderla potabile. E ‘ comunque consigliabile fare le dovute vaccinazioni prima di visitare Patan.

nepal

Tour Nepal Capodanno: 26 dic da Roma [clicca qui]

Suggerimenti:

La città di Patan offre ai visitatori la possibilità di vedere una grande varietà di squisite opere d’arte religiosa e di architettura. Inoltre, i viaggiatori molte sono le opportunità per il trekking, escursioni in mountain bike, rafting ed alpinismo nell’ aerea della valle di Kathmandu.

Patan: centro di cultura buddista e induista.

La città è piena di arte religiosa, templi e monasteri. Molte feste le religiose che si svolgono a Patan ogni anno. Una delle più importanti è il Buddha Jayanti festival, che segna il compleanno di Buddha, e ha luogo dirante Jestha Purnima ( durante il plenilunio nel mese di Aprile o Maggio ).

Il compleanno del Signore Krishna, invece si celebra durante i mesi di Agosto e Settembre, nel tempio induista di Krishna a Patan. I devoti si riuniscono nel tempio di Krishna a Durbar Square in Patan per una veglia che dura tutta la notte. Il giorno seguente, i devoti visiteranno tutti i santuari Krishna della città.

Il più grande festival in Nepal è il festival di Dashain, che si scolge nei mesi di Settembre e Ottobre. Questo festival si svolge presso il complesso del palazzo di Patan, così come nelle altre città della valle di Kathmandu e commemora la vittoria dagli dèi sui demoni malvagi. La festa dura 15 giorni, durante i quali i coloratissimi acquiloni Nepalesi volano nel cielo di Patan e di tutta la valle di Kathmandu.

I quattro Ashoka Stupa, contrassegnando i quattro angoli di Patan e sono il simbolo della Ruota buddista di Rettitudine ( ‘ Dharma-Chakra ‘ ). Si trovano a Pulchowk, Lagankhel, Ebahi e in Teta. Si dice che i tumuli sono coronati con i monumenti che l’imperatore buddhista dell’India, Ashoka, ha eretto nel 250 aC. Ogni stupa è diversa dall’ altra; Tre dei tumuli sono coperti da erba, mentre il quarto è un tumulo bianco con un monumento colorato in cima.

Nel cuore di Patan, a Patan Durbar Square, c’è il mercato. La piazza è piena di antichi palazzi, templi pagoda, bagni in pietra, monumenti indù e buddisti, bassorilievi e incisioni e sculture in bronzo.

Il Palazzo dei Re Malla è uno dei momenti più importanti della visita di Patan. Nel complesso del palazzo si trova il tempio di pietra del Signore Krishna ( ‘ Krishna Mandur ‘ ) con le sue 21 guglie e scene in bassorilievo raffiguranti l’arte dai poemi epici Mahabharata e Ramayana. Il tempio fu costruito dal re Siddhi Narasingha Malla nel 16 ° secolo dC. La Royal Bath ( nota come ‘ Tushahity ‘ ) è un altro fiore all’ occhiello nel complesso del palazzo, una fine scultura in pietra e bronzo. Patan Durbar Square fa parte delle sette zone monumento nella valle di Kathmandu, che sono Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Anche il Museo di Patan si trova nella piazza, al suo interno ospita le statue in bronzo e oggetti religiosi, alcuni risalenti al 11 ° secolo. Questo museo, che in origine era un palazzo Malla, è aperto tutti i giorni.

Il Golden Temple ( Hiranya Varna Mahavihar ), costruito nel 12 ° secolo dal re Bhaskar Verma, si trova appena a nord di piazza Durbar. Questa monastero buddista è ornato con una facciata d’ oro, quattro grandi porte, la torre dell’ orologio, e due sculture raffiguranti dei leoni. All’ interno ci sono immagini dorate di Buddha, sculture a parete, e una ruota di preghiera.

Appena fuori dal mercato di Patan, il Tempio Rato Machhindranath, dedicato al dio della pioggia e dell’ abbondanza. Ha quattro porte con intagli intricati, ognuna con figure di leoni, e statue di una varietà di animali in cima ai suoi pilastri, alla base del tempio ci sono ruote di preghiera. Questo tempio è il luogo delle celebrazioni Rato Machhindranath, tra cui una sfilata con un carro, che dal tempio arriva fine nel villaggio di Bungamati. Questo festività si svolge nei mesi di Aprile e Maggio.
Rudra Varna Mahavihar è un monastero buddista, al suo interno c’è anche un tempio ed un cortile con sculture in legno pregiato, bronzo e pietra. Molti Re sono stati incoronati in questo tempio nei tempi antichi.

Il Patan Industrial Estate, si trova a Lagankhel ( vicino Sab Dobato ) è un’ ottima meta per viaggiatori interessati all’ acquisto di opere d’ arte e di artigianato locale.

Il Tempio Kumbheshwor, con i suoi 5 livelli, è uno dei due templi a più livelli in Nepal. Risalente al 1391, quando fu costruito da JayastHiti Malla aveva due livelli, ospita un pellegrinaggio annuale di indù durante il giorno Janal Purnima in Luglio / Agosto. Durante questo evento, gli indù della casta Chhetri, sostituire filo sacro che portano sopra le spalle, mentre intorno al tempio si danza al ritmo dei tamburi. Due laghetti contengono l’ acqua che proviene dal lago sacro Gosainkunda, a nord della valle di Kathmandu .

Appena ad est di Durbar Square si trova il Tempio Mahaboudha. Costruito in pietre di terracotta, questo è ‘ Tempio dei Mille Buddha ‘, ed è costruito sul modello del tempio che ha lo stesso nome e che si trova a Bodhgaya, in India, dove si dice che il Buddha abbia raggiunto l’illuminazione. Ogni mattone della struttura riporta l’ immagine di Buddha. Costruito dal monaco Abhaya Raj, il tempio risale al tardo 16 ° secolo. Distrutto da un terremoto nel 1934, fu ricostruito, anche se con un design un po’ diverso dall’ originale.

Il Narayan Temple Jagat, situato a Sankhamul, sulle rive del Bagmati, è un alto edificio in mattoni rossi con molte statue di pietra e metallo. Il tempio è dedicato al Signore Vishnu.

A sud di Patan si trova Godavari, il Giardino Botanico, con centinaia di varietà di piante e fiori, fitte foreste e grandi spazi aperti. Questo giardino è molto popolare tra i cittadini di Patan, che vi si recano per fare dei picnic, bird watching, trekking o per l’ osservazioni delle farfalle.

A patan si trova anche l’unico zoo del Nepal. Nato come uno zoo privato nel 1932, è stato aperto al pubblico nel 1956. Ospita oltre 700 diversi animali, tra cui 14 speci di animali del Nepal in via di estinzione. C’è anche un laghetto dove si può andare in barca. Lo zoo è chiuso il lunedì.

Anche un Campo profughi Tibetano si trova alla periferia di Patan. Istituito nel 1960 con l’aiuto della Croce Rossa e della Development Corporation Svizzera per dare ai rifugiati tibetani la possibilità di essere autosufficienti. Il campo dispone di laboratori tessili dove si realizzano tappeti e dove il viaggiatore può vedere la realizzazione dei tappeti tradizionali, dall’inizio alla fine. Inoltre, l’artigianato come le ruote di legno e di preghiera in metallo sono fabbricate e venduti nei negozi piccoli negozi di souvenir del campo.

tempio d'oro

ViaggioIndia.eu Promozioni e viaggi info qui

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *