Jodhpur

Seconda città del Rajasthan e già capitale della regione storica del Marwar, Jodhpur è un’importante meta turistica per l’abbondanza di templi e palazzi di interesse storico e artistico, oltre che per l’imponente e maestoso forte di Mehrangarh, che da sei secoli domina la città da un massiccio di 130 metri.

Jodhpur si estende al limite orientale del deserto di Thar, vasta estensione di dune sabbiose che separa il Rajasthan dalla valle dell’Indo. In passato costituiva un’importante base per le carovane che si accingevano ad attraversare il deserto. Oggi è la seconda città del Rajasthan per popolazione. Contava infatti 951,000 abitanti nel 2005. Occupa un’area di 75, 50 km² e si trova a 231 m s.l.m.

Soprannominata anche Sun city per la costante presenza del sole e di tempo sereno (siamo nell’area del Deserto di Thar), ma anche Blue city per il gran numero di abitazioni dipinte con tinta indaco.

Introduzione storica:

Jodhpur fu fondata nel 1459 da Rao Jodha che ne fece la capitale dello stato di Marwar in sostituzione di Mandore.
Il regno di Marwar era stato istituito due secoli prima dalla dinastia dei Rathor i cui esponenti cominciarono presto a litigare fra loro per motivi di successione, causando il declino dello stato. Alcuni dei principi cadetti abbandonarono la reggia paterna per poi fondare piccoli regni indipendenti in altre parti del Rajasthan. Tra questi maggiore fortuna ebbe quello di Bikaner. In seguito i sovrani di Marwar si allearono ai Gran Mogol ma, con il declino di questi ultimi, dovettero subire un protettorato dei Marathi e, nel 1818, dei Britannici. Il periodo coloniale portò un certo grado di prosperità alla città. La spartizione dell’India nell’agosto del 1947 non giovò invece alla città che vide la fine dei suoi commerci con la valle dell’Indo, tagliata fuori dalla linea di frontiera con il Pakistan, linea che ancora ai nostri giorni rimane impenetrabile.

Luoghi di interesse:

La città vecchia è circondata da mura del XVI secolo. Hanno un perimetro di 10 km e vi si aprono 7 porte. Il tessuto urbano all’interno della cinta muraria è caratterizzato da un intricato sistema di vicoli tortuosi dove le auto non riescono a penetrare per cui bisogna ricorrere ad auto rickshaws o, in modo più avvincente, a calessi (tonga) trainati da cavalli. Spesso le case più antiche che si affacciano sui vicoli presentano facciate o bei portali in pietra scolpita. Il bazar è naturalmente molto pittoresco e andrebbe visitato. Al centro della città vecchia si erge la fortezza (Mehrangar Fort) che incombe con il suo aspetto cupo dall’alto di una collina. Costituisce l’attrazione principale di Jodhpur.

Mehrangarh Fort – Una delle più vaste roccaforti dell’India, sulla cima di una collina di 125 m. Fu eretta nel 1459 da Rao Jodha, il sovrano cui si deve anche la fondazione della città di Jodhpur. La fortezza fu ampliata di molto all’epoca di Jaswant Singh (1638-78). Le mura che circondano il complesso hanno un’altezza di 36 m e sono spesse 21 m. Negli spalti sono posizionati cannoni in ottimo stato di conservazione. All’interno del forte si trova un museo con interessanti collezioni di strumenti musicali, miniature e portantine regali.

Palazzo Umaid Bhawan – Eretto tra il 1929 e il 1942 da Umaid Singh, ultimo maharajah di Jodhpur deceduto nel giugno 1947, due mesi prima della proclamazione dell’indipendenza dell’India. Il palazzo è situato sulla cima della collina Chittar, a sud-est del centro. Fu l’ultimo palazzo principesco ad essere costruito in India. Per la sua costruzione non fu impiegato cemento armato. Il palazzo conta 347 stanze. E stato eretto su disegno dell’architetto H V Lanchester. Oggi serve ancora da residenza al principe Gaj Singh, discendente diretto dei maharajah di Jodhpur ma un’ala del palazzo è adibita fin dal 1972 ad albergo di lusso mentre un’altra ospita un piccolo museo ove sono esposti quadri, armi e altri oggetti correlati alla storia della dinastia.

Jaswant Thada – Mausoleo in marmo bianco costruito nel 1899 per ospitare il cenotafio del maharajah Jaswant Singh II. All’interno si trova una galleria con ritratti dei sovrani di Jodhpur.

castello di Jodhpur

castello di Jodhpur

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *