La Fiera di Pushkar

Sognavo da anni di venire a vedere la fiera di Pushkar ed ora sono qui. Sto seduto per terra su questa collinetta e guardo lo sconfinato accampamento che riempie tutta la pianura. Continuano a passarmi davanti pastori che dopo giorni di cammino hanno raggiunto la fiera con i loro cammelli. Alcuni portano cavalli bellissimi. Gli uomini hanno i volti segnati da mille rughe profonde. Sono la firma del sole , del deserto e della polvere.  Hanno un’andatura lenta e cadenzata, lo stesso ritmo degli animali con cui vivono in simbiosi. Arriva la sera e mille piccoli fuochi si accendono vicino alle tende perché quando il sole tramonta l’aria diventa di colpo rigida.

5-pushkar[1]

E’ un grande evento, non solo per turisti

I veri protagonisti della festa sono i pastori e le genti seminomadi che raggiungono Pushkar con le loro mandrie, impiegando giorni di cammino, per poi accamparsi in tende, occuparsi della vendita degli animali da cui dipende la loro sussistenza e quindi pregare dio e rilassarsi, godendosi la Mela, una festa che è assieme sacra, commerciale e svago.

Se arrivate a Pushkar nei primi giorni della fiera vedrete file di cammelli marciare ordinatamente verso le colline sabbiose dall’altra parte del lago.

Ricorda un po’ la transumanza che si vedeva a giugno sulle strade alpine italiane, solo che non ci sono cani ma solo uomini inturbantati – dagli immancabili baffi – che emettono suoni gutturali a cui gli animali obbediscono diligentemente.
Passati i primi giorni di fiera del bestiame, ha inizio la festa religiosa che culmina il giorno di luna piena.
Centinaia di pellegrini provenienti da lontano che si accalcano sui 52 ghat (le gradinate per le abluzioni) e si immergono nell’acqua del lago capace di ripulire l’anima da tutti i peccati e cancellare i debiti karmici negativi.

Voglia di FIERA DI PUSHKAR?
CLICCA SU INDIA, FIERA DI PUSHKAR, PARTENZA DI GRUPPO 30 OTTOBRE 2014

La Fiera è diventata sempre più commerciale con il passare degli anni e l’Ente del turismo indiano ha fatto grandi sforzi per trasformarla in un’importante attrazione turistica. L’organizzazione coinvolge gli stranieri che intendono partecipare in gare, cene a tema, colorati spettacoli culturali (si può ammirare la maggior parte delle tradizioni popolari di questa terra molto ricca in un solo posto) e naturalmente ci sono accattivanti esposizioni del ricco artigianato locale . Oltre ai numerosi alberghi sono allestiti campi nel deserto, dove si pernotta in tende lussuose e si mangia sotto la volta del cielo stellato ascoltando ballate dal vivo.

Avvertenze: Pushkar è una meta di pellegrinaggio sacra agli hindu, qua c’è il solo tempio dedicato al dio Brahma che attrae fiumi di pellegrini e il lago si ritiene essere nato da un fiore di loto caduto dalle mani del dio. Come tale gli indiani temono il contatto con turisti provenienti da altre culture possa “contaminare” la sacralità del luogo. Per non avallare i timori hindu e creare attrito con la gente del posto si consiglia di mantenere un comportamento rispettoso delle tradizioni locali (specificate in numerosi cartelli lungo la via principale): togliersi le scarpe per scendere le gradinate in riva al lago, non tenersi per mano né baciarsi in pubblico, le donne dovrebbero coprire gambe e spalle, è vietato bere alcolici e fare uso di droghe.

Rajasthani camel vendors arrives to participate at the Pushkar Fair or Pushkar ka Mela, one of the world's largest cattle fair, in Pushkar, Rajasthan state, India.

Sedervi sulle gradinate ad ammirare lo spettacolo dei fedeli e della natura è appagante, ma potreste essere infastiditi dalla continua e insistente richiesta di brahmani (gli stessi che temono gli stranieri possano contaminare Pushkar) che vogliono convincervi della necessità, se volete stare dove siete, di fare un’offerta agli dei (puja) tramite loro, donando un obolo minimo di 500 rupie. Non siete obbligati e, si dice, le maledizioni che potreste ricevere come minaccia non hanno potere se non capite il sanscrito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *